Biennale Internazionale Donna e il Seed Mirror

 

Seed Mirror Presentazione del progettoSeed Mirror Presentazione del progetto

Biennale Internazionale Donna e il Seed Mirror.  Il tema della nuova edizione è Riflessioni sul Futuro degli Spazi Urbani / Reflecting on the Future of Urban Spaces.  La Biennale Internazionale Donna - BIDART,  che dal 2017 celebra l’arte contemporanea al femminile, è in programma al Magazzino 26 del Porto Vecchio dal 27 ottobre 2023 al 7 gennaio 2024, con la coorganizzazione del Comune di Trieste e il supporto della Regione Friuli Venezia Giulia. 

La IV edizione – curatrice Eunice Tsang, fondatrice di Current Plans, uno spazio d'arte sperimentale di Hong Kong -  ha come tema “respirare con il Mondo” ed è tratta da uno dei Sonetti a Orfeo (1923) di Rainer Maria Rilke.
“Eunice Tsang” – ha affermato l’arch. Šeherzada Ahmetović, Presidente di BID in occasione della conferenza stampa di presentazione del progetto – “porterà la sua visione basata sulle esperienze internazionali, tra Hong Kong e l'Europa, per sfidare le narrazioni esistenti introducendo una moltitudine di voci creative, provenienti soprattutto dall’Asia: nuovi linguaggi e simboli, tra legale e illegale, realtà e finzione, utilizzando il realismo magico, il sarcasmo, l'umorismo e la creazione di miti”.

Seed Mirror

Seed Mirror è un modulo espositivo satellite per unire simbolicamente il Magazzino 26 al centro città, proponendo un ragionamento più ampio di rigenerazione urbana. Realizzato in collaborazione con Seed, realtà di RTE Group, in coorganizzazione con il Comune di Trieste, rappresenta un piccolo spazio espositivo temporaneo, cuore pulsante degli eventi collaterali.

“Collocato nella nuova piazza di Trieste, creatasi a seguito della demolizione della Sala Tripcovich” – ha sottolineato Šeherzada Ahmetović – “dalla quale oggi si possono ammirare le porte storiche di ingresso del Porto Vecchio dell'architetto Zaninovich, con le sue superfici riflettenti crea un dialogo con l’antico scalo e una connessione con il tessuto urbano”.“Seed è un nuovo modo di concepire gli spazi privati e di lavoro” – ha spiegato l’architetto Caterina Rosso, giovane imprenditrice alla guida di Seed, sottolineando che possono essere utilizzati per molteplici scopi: dalla costruzione di case all'allestimento di uffici temporanei, passando per l'utilizzo come strutture per il turismo sostenibile.

seed mirror seed mirror

“Si tratta di un sistema costruttivo, che mette in discussione l’edilizia tradizionale proponendo un modello contemporaneo e futuribile, realizzato seguendo dei principi cardine, quali la sicurezza dei costi e dei tempi di costruzione (ridotti del 40%), la riduzione degli sprechi grazie alla costruzione in serie, la riciclabilità e il riutilizzo dei materiali scelti grazie alla costruzione a secco”.

“In questo caso” – ha sottolineato Paolo Rosso, titolare di RTE Group – “la Rosso Srl ha dato fiducia a due giovani donne architetto, che con la loro professionalità e le loro idee hanno saputo realizzare qualcosa di estremamente innovativo. Crediamo che nel fare impresa servano la visione, il coraggio e le persone, che rappresentano la vera forza del nostro gruppo, che vanta quasi cento collaboratori. Nata a Trieste nel 1971, la Rosso Srl opera in tutti i settori delle costruzioni e ha contribuito alla realizzazione di importanti opere, fra le quali, le più recenti, piazza della Libertà, Ponte Rosso, Trieste Convention Centre, lo stabilimento della BAT”.

@nicolasantini8

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .
Privacy Policy