Road map Turismo dell'olio

tavolo recomedtavolo recomed

Parte da Matera la road map per il forum euromediterraneo del turismo del'olio 2024. «Un appuntamento strategico, che da il via ad un processo di confronto che può portare grandi opportunità di sviluppo, e in alcuni casi di rinascita, alle comunità euromediterranee, attraverso un’ulteriore valorizzazione dell’olio e delle centinaia di biodiversità che lo generano» afferma il presidente dell’Associazione nazionale Città dell’Olio Michele Sonnessa.

 

La rete delle città dell’olio del Mediterraneo riunisce Italia, Grecia, Spagna, Marocco, Tunisia, Slovenia, Croazia, Montenegro, Turchia e Portogallo.

«Nonostante l’Italia produca olio di qualità con oltre 500 varietà di olive e 4319 frantoi attivi, non ha ancora sviluppato un’offerta oleoturistica adeguata alla domanda - ha affermato nel suo intervento Roberta Garibaldi - basti pensare che il 64% degli italiani è interessato a itinerari turistici tra uliveti e frantoi ma solo l’8% ha avuto modo di farlo.

Tutte le esperienze di oleoturismo sono visibili QUI

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .
Privacy Policy