Skip to main content

 

#Contest. CIOÈ Concorso. Gara. In questa sezione ospitiamo alcuni dei nostri progetti culinari in cui ospitiamo le ricette di foodblogger e/o appassionati di cucina. 

Mezzelune di patate e mele caramellate

Un primo piatto (che può essere facilmente riadattato come dolce), un piatto tipico trentino, una ricetta della chef Monika Schölzhorn che io ho riadattato (e veganizzato) per l'occasione. Gli gnocchi ripieni sono anche tipici dell'area triestina  (vedi gli gnochi de susini o la mia versione) e ne sono sempre andata matta, con l’involucro morbido e soffice come una nuvola e un ripieno dolce e inatteso. Qui gli gnocchi vengono stesi con il matterello e cpme ripieno ci mettiamo le deliziose mele, caramellate in padella con delle nocciole che danno la parte croccante. Che dire … semplicemente deliziose! ^_*  


Ingredienti per ogni porzione (3 mezzelune)

 

Gnocchi


  • 100g di patate pelate e bollite
    - 25g di farina 2 (semi integrale)
    - 1C di panna di soia
    - noce moscata
    - sale


Ripieno


  • - ½ mela
    - una manciata di nocciole
    - zucchero di canna grezzo
    - cannella
    - sale
    - 1C di panna di soia
    - 1C di grappa
    - olio di riso


Condimento


  • olio di riso
    - zucchero di canna grezzo
    - pane grattugiato
    - cannella
    - sale

Preparazione

  • Mentre lessate le patate tagliate a pezzettini piccoli la mela e frantumate le nocciole in un mortaio.
  • Fate sciogliere in padella lo zucchero nell’olio, quindi aggiungete le mele e la grappa, fate evaporare,  aggiungete un filo di cannella, un pizzico di sale e un cucchiaio di panna di soia. Infine aggiungete le nocciole, cucinate ancora un minuto, spegnete e fate raffreddare.
  • Scolate le patate, schiacciatele con una forchetta, aggiungete un pizzico di sale, della noce moscata (basta un pizzico), la panna di soia e mescolate per bene.
  • Aggiungete quindi la farina e mescolate con le mani fino ad avere un impasto omogeneo.
  • Sporcate il piano di lavoro con della farina supplementare, stendete l’impasto con il matterello e tagliate dei cerchi da 11 cm (io avevo un coppa pasta di questa dimensione).
  • Metteteli da parte su un piano infarinato.
    Quando tutti i cerchi sono pronti mettete a bollire dell’acqua salata in un tegame abbastanza largo.
  • Nel frattempo farcite i cerchi, mettendo una parte dell’impasto nel centro, bagnando con dell’acqua tutto intorno e chiudendo bene a mezzaluna.
  • Quando l’acqua bolle abbassate il fuoco, adagiate le mezzelune in acqua e puntate il timer su 6-7 minuti (verranno a galla molto prima ma voi lasciateli dentro).
    Intanto preparate il sughetto, tostate il pane con la cannella, alla fine aggiungete un filo di olio.
  • Scolate le mezzelune direttamente nella padella con il sugo, spolverate con lo zucchero e cucinate per un minuto.
  • Impiattate e spolverizzate con un filo di pangrattato e un pizzico di sale, per dare il contrasto. Alessandra Agosto. Il mio blog è golositavegane.blogspot.it

    Con questa ricetta partecipo al contest "Le mele nel piatto" riservato a blogger di Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino, Lombardia, Carinzia, Slovenia, Contea dell'Istria croata e promosso dalla rivista Quanto basta FVG in collaborazione con la Pro Loco di Pantianicco.
  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Chutney di datterini e mele

Ricetta fuori concorso in quanto già pubblicata sul blog di riferimento prima del contest (una delle regole è che le ricette devono essere originali) ma troppo golosa per non condividerla con  i nostri appassionati pomologi: un chutney con le mele e pomodori datterini di Anna Maria Martinis del blog tutto si trasforma: Chutney di datterini e mele

Ingredienti 


2 kg di pomodori datterini lavati e tagliati a pezzetti
600 g di mele pelate e tagliate a pezzetti
600 g di cipolla dorata tritata
1 kg di zucchero
2 cucchiaini da tè di senape in polvere
2 cucchiani da tè di peperoncino in polvere
400 g di uvetta sultanina lavata bene ed ammollata in acqua tiepida
4 cucchiaini da caffè di sale fino
aceto leggero (bianco, rosato o di mele) circa un litro 

Preparazione

  1. Mettere i pomodori, le mele e la cipolla già preparati in una casseruola di acciaio, unendo l’uvetta e gli altri ingredienti.
  2. Versare per ultimo l’aceto fino a coprire bene gli altri ingredienti (ne servirà circa un litro).
  3. Fare bollire a lungo mescolando fino a ottenere la consistenza di una confettura.
  4. Invasare bollente in vasetti pulitissimi capovolgendoli per una ventina di minuti. 
  5. Quando saranno freddi sterilizzarli  per altri 20 minuti.
  6. Ottima per accompagnare formaggi stagionati e carne arrosto.
  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Yogurt greco mele caramellate e in chips

Ecco la seconda ricetta per il contest da http://blogthatsamore.blogspot.it  L'autunno è alle porte e, non so voi, ma io comincio a sentire il bisogno di comfort food, soprattutto per finire il pasto!! Vi propongo di tuffare il cucchiaino in questo bicchiere, per scoprire uno yogurt greco fresco e morbido, delle mele caramellate calde e profumate di cannella, per finire con un crumble croccante alle noci e chips di mela... Con questa ricetta partecipo al contest "Le mele nel piatto", il secondo grande contest del mensile friulano qbquantobasta dedicato alle foodblogger, che scade il 21 settembre. Il PRIMO contest per foodblogger dell'euroregione (Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Lombardia Carinzia, Slovenia, Contea dell'Istria croata), realizzato in collaborazione con Pantianicco, piccola località del medio Friuli dove si celebra da decenni la Mostra regionale della Mela.

Yogurt greco con mele caramellate, crumble alle noci e chips di mele.


Ingredienti per 4 persone



crumble

50 g di burro freddo a pezzetti

50 g di zucchero di canna

50 g di farina di riso

30 g di noci

20 g di chips di mela.


mele caramellate

2 mele golden

35 g di zucchero

1 noce di burro

1 cucchiaio di miele al melo

cannella.

 

Procedimento 


Tritate grossolanamente le noci e le chips di mela. Aggiungete gli altri ingredienti e mescolate con le mani fino a ottenere un composto sbricioloso.

Stendetelo su una teglia ricoperta di carta forno e infornate 15 minuti a 180 °C: il crumble deve diventare dorato.

Sbucciate le mele, eliminate il torsolo e tagliatele a cubetti.

Mettete lo zucchero in una padella e lasciatelo caramellare, quindi aggiungete il burro, il miele, le mele a cubetti e la cannella.

Mescolate e cuocete un paio di minuti a fiamma dolce, finché le mele risultano morbide.

Montaggio: suddividete 2 vasetti di yogurt greco (340 g in totale) in 4 bicchieri. Versatevi sopra le mele caramellate e il crumble. Servite subito.

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Crostata di mirtilli e mele croccanti

http://coccolatime.wordpress.com. Oggi è una domenica tipicamente autunnale, non sono preparata…per me l’estate continua fino a ottobre, fino a che c’è uno spiraglio di sole, fino a che gli impegni incalzanti ci concedono un momento  di time out, fino a che si può. Da un lato sono un po’ triste, mio marito è partito per Francoforte e stare a casa con la pioggia fuori mi rende cupa, ma è anche vero che torno in letargo a casa mia, adoro ricaricare le batterie a casa. E per me ricaricare le batterie vuol dire avere TEMPO, tempo da dedicare a me e a ciò che mi piace di più, ai miei libri, al mio blog…Oggi mi aspetta il contadino con le mele raccolte stamani. Ftra poco le andrò a prendere e inizierò a cucinare una crostata che è proprio a metà fra l’autunno e l’estate, una crostata  con mirtilli e mele croccanti, quelle piccole, le prime della stagione. Anni fa feci un corso di cucina biologica da Adelita. un’argentina trapiantata in Liguria e amante delle colline lucchesi, bionda con gli occhi verdi, dal sorriso dolce e dotata di una manualità da paura. Assistere ai suoi corsi era una libidine pura: con calma e in penombra, in un locale con le pareti colorate e calde, lei manipolava la farina di ceci la zucca le mele il pesce i carciofi. Utilizzava aghi giganteschi per cucire la carne. Adottava trucchi magici per far cuocere le verdure. E  girava girava gli ingredienti con amore e lentezza. Una lentezza che ti faceva venire l’ipersalivazione. Poi ci apparecchiavamo e mangiavamo tutti assieme uniti dal piacere di quelle leccornie salutari dal buon cibo dall’allegria contagiosa che solo una serata particolare può donarti!
Questa e’ la crostata  di Adelita,  ve la propongo  sperando che la facciate con lo stesso amore che ci mette lei, cucinate lentamente e in un pomeriggio solo per voi. Per regalarvi una fetta di assoluto godimento.

Ingredienti

150 gr di farina integrale bio

120 gr di burro di qualità ottima

3 cucchiai di zucchero di canna

6 mele

Mirtilli sciroppati bio (ma anche freschi o congelati…in quel caso aggiungere due cucchiai di zucchero assieme alle mele)

Mettere questi ingredienti nel robot.  Dopodichè stendere sulla carta da forno il composto ottenuto utilizzando un po’ di farina per aiutare l’operazione. Utilizzare una teglia con sfondo apribile di 26 cm di diametro. Una volta preparata la base mettere 6 mele sbucciate e tagliarle a pezzetti +i mirtilli scolati dal loro sciroppo. Potete aggiungere cannella e un cucchiaio di zucchero per renderla ancora più particolare.

Parte finale
Preparare nel robot :

60 gr di burro

75 gr di farina integrale

50 gr di zucchero di canna

Si creeranno delle briciole da mescolare assieme a tutto il composto interno della crostata.

Infornare a 180° per almeno 40 minuti (dipende dal vostro forno ) se non di più.

Con questa ricetta partecipo al contest per foodblogger  "Le mele piatto” in collaborazione con la Pro Loco di  Pantianicco e il mensile qbquantobasta

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Vellutata di mele

I

il contest Le mele nel piatto ha sviluppato tutta la mia creatività e ho cercato di rendere al meglio questo alimento, così semplice ma così duttile, gustoso e meraviglioso. Quindi questa è la settimana delle mele! Ho già cucinato diverse ricette dolci e salate per cercare di esaltare al meglio questo frutto; questa è una ricetta semplice nella preparazione e negli ingredienti ma dal gusto veramente speciale: morbido, soffice, scioglievole … Superdelicata, questa vellutata è perfetta per aprire i pasti, lascia al palato un gusto così gradevole e accogliente da poter accettare qualunque altro cibo.
Ingredienti per due persone
- 2 mele
- 2 patate piccole
- ½ cipolla
- olio evo
- 2C di panna di soia
- 1c di miso bianco
- timo fresco
Tagliate a pezzetti la cipolla e mettetela in un tegame con un paio di cucchiai di olio e fate rosolare. Nel frattempo pelate e tagliate a cubetti piccoli le patate ed aggiungetele alla cipolla dorata. Fate insaporire poi aggiungete dell’acqua calda e cucinate per 5 minuti. Nel frattempo pelate e tagliate a cubetti le mele. Trascorso il tempo aggiungetele alle patate e cipolla unendo altra acqua calda (a vostro gusto, per renderla molto liquida o più densa e compatta) e fate cucinare per 10 minuti.
Aggiungete il miso e la panna e frullate per bene tutto, non lasciate grumi, frullate finché il composto è bello liscio, cucinate ancora qualche minuto, quindi versate nei piatti e aggiungete delle foglioline di timo fresco.
golositavegane.blogspot.it
Con questa ricetta partecipo al contest "Le mele nel piatto" riservato a blogger di Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino, Lombardia, Carinzia, Slovenia, Contea dell'Istria croata e promosso dalla rivista Quanto basta FVG in collaborazione con la Pro Loco di Pantianicco.

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Biscotti rustici di mele e zenzero

dal blog golositavegane.blogspot.it arrivano i biscotti rustici!  Ok, è vero, sembrano dei taralli e dei grissini, perché ho dato loro quella forma … no, in realtà potrebbero esserlo anche per la consistenza e, visto che sono senza zucchero, sono perfetti per un dopo cena con del vinello... In effetti è proprio così che li abbiamo mangiati con degli amici e sembravano fatti apposta per quell’occasione! Sono proprio rustici, il nome calza a pennello! Ma anche il giorno dopo a colazione sono risultati buoni … e anche a merenda … ahahaha sì beh, dai, erano buoni! Io ho messo parecchio zenzero che ha dato molto sapore, voi mettetene quanto ne volete che devono piacere a voi! ^_*

Ingredienti
- 240g di mele
- ½ limone
- zenzero
- 200g farina riso integrale
- 300g farina2 (semi integrale)
- 60g olio di riso
- sale all’ibisco
- ½c di zenzero in polvere (facoltativo)
- 1c colmo di bicarbonato
- 2 datteri
- 1C di uvetta

Pelate le mele e frullatele con il succo del limone e lo zenzero fresco, aggiungeteci le farine, l’olio, il sale (quello all’ibisco è perfetto per cibi agrumati), volendo ancora un po’ di zenzero in polvere e il bicarbonato; mescolate per bene.
A parte frullate bene bene i datteri (messi in ammollo per qualche ora in un bicchiere d’acqua) e l’uva passa aggiungendo anche un filo di acqua dell’ammollo. Aggiungete questo frullato al composto e mescolate per bene. Serviranno sicuramente ancora liquidi, quindi aggiungete l’acqua dell’ammollo fino ad avere un composto morbido e compatto. Fate una bella palla e mettete in frigo per un’oretta.

Trascorsa l’ora prendete dei pezzetti di composto e fate delle palline, quindi dei grissinotti, alcuni li lasciate così, altri li potete stendere ancora un po’ e chiudere come i taralli. Metteteli su una teglia ricoperta da carta forno ed infornate a forno già caldo a 180° per 20 minuit. Lasciate raffreddare, mangiateli almeno tiepidi / freddi, che caldi non si sentono bene i gusti.
blog: golositavegane.blogspot.it
Con questa ricetta partecipo al contest "Le mele nel piatto" riservato a blogger di Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino, Lombardia, Carinzia, Slovenia, Contea dell'Istria croata e promosso dalla rivista mensile qbquantobasta in collaborazione con la Pro Loco di Pantianicco.

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Pasta con sedano mele e pomodorini


©http://nuvoledifarina.blogspot.it Oggi vi lascio un'idea per un primo piatto velocissimo da fare, ma che non ci fa rinunciare a portare a tavola qualcosa di speciale e soprattutto non ci vieta di servire un buon piatto di pasta anche quando tempo a disposizione per prepararlo non ce n'è molto. E'  a base di sola frutta e verdura, un piatto quindi leggero e dal sapore particolare; per farla io ho usato il sedano verde, la cipolla rossa, i pomodori semisecchi e la mela golden che hanno reso anche allegra e colorata questa pasta, così da conquistare anche i bambini. Partecipo con questa ricetta al contest per foodblogger dell'euroregione Le mele nel piatto in collaborazione con la Pro Loco di Pantianicco e il mensile qbquantobasta. Ma passiamo agli ingredienti:
per 2 persone:
160 gr di pasta corta
1/2 cipolla rossa
2 coste di sedano
1 mela grande Golden o 2 piccole
4/5 pomodori semisecchi
sale
olio extravergine di oliva


Tritiamo assieme la cipolla e il sedano e mettiamoli a soffriggere assieme con un filo di olioextravergine di oliva in una padella saltapasta per un paio di minuti; aggiungiamo quindi la mela grattugiata finemente, regoliamo di sale e lasciamo stufare per pochissimi minuti.
Nel frattempo mettiamo sul fuoco la pentola per la pasta, facciamola cuocere per il tempo indicato quindi scoliamola e facciamola saltare nella padella, aggiungiamo ora i pomodori semisecchi tagliati a filetti, mescoliamo bene e portiamo in tavola. E' un piato dal gusto delicato in cui il sapore dei pomodori si mescola molto bene con quello della mela.

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Risotto alla mela verde e cipolla rossa

Ho da poco ricevuto una serie di pentole e padelle in rame che da tempo sognavo e visto che sono riuscita ad averle grazie a un ottimo sconto vinto a un contest a Natale, quale occasione migliore per inaugurarle se non preparare un piatto per un altro contest? Eccovi la seconda ricetta che ho preparato per il contest per foodblogger dell'euroregione organizzato dal mensile qbquantobasta in collaborazione con la Pro Loco di Pantianicco: contest che  scade proprio il ventunsettembre e il cui tema sono ‘Le mele nel piatto‘.
Ho già proposto un dolce, la classica apple pie, ora ho pensato di preparare un primo piatto. così ho tirato fuori le mie belle padelle luccicanti e mi sono messa all'opera.
Ingredienti per 4 persone:
300 gr di riso Carnaroli
1 mela Granny Smith
1 cipolla rossa
due cucchiai di zucchero (io ho usato quello di canna)
 circa 1 lt di brodo vegetale
 noce moscata
 il succo di un lime
 formaggio pecorino q.b.

Sbucciate la mela e tagliatela e pezzetti, riponetela in una ciotola e versatevi sopra il succo del lime e grattugiate la noce moscata (il succo del lime serve a non far ossidare la mela, ovviamente potete optare per un limone o perchè no, in stagione, anche per un pompelmo o un'arancia).
Procedimento

In una padella mettete due cucchiai di zucchero, due cucchiai di acqua (aiuterà a non far bruciare lo zucchero e procedere con una caramellizzazione più lenta onde evitare di ritrovarsi per disattenzione con la padella bruciacchiata) e la cipolla tagliata a listelline.

Stando attenti a caramellizzare al punto giusto la cipolla intanto in un altro tegame iniziate a tostare il riso (con un po' di burro o olio a piacere).
La tostatura è un passaggio fondamentale per ottenere un buon risotto. Questo passaggio infatti permette di preservare la compattezza dei chicchi ed evitare di ottenere un riso scotto.
Utilizzate un tegame largo per permettere un'ottimale distribuzione del riso e quindi una tostatura uniforme (le pentole in rame sono ideali vista l'ottima conduzione del calore, ma ovvio che potete ottenere un ottimo risotto anche con pentole di altro materiale!).
Aggiungete poco alla volta il brodo vegetale, regolate di sale e quando arriverete circa a metà cottura inserite la cipolla caramellata.
Le mele vanno aggiunte solo negli ultimi minuti di preparazione.
A cottura ultimata aggiungete il formaggio grattugiato e mantecate.
Servite, ovviamente, caldo.

Blog: www.ventunsettembre.com

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Crostata mele e mandorle

©http://nuvoledifarina.blogspot.it Capita che nella vita pensando ad alcune persone mentre ce le raffiguriamo nella mente ci affiora nella mente un'associazione con un colore, a me capita spesso e non so da cosa dipenda. Quando penso alla mia amica Carla per esempio mi esplode negli occhi il colore arancione; in cromoterapia questo colore ha un significato positivo indicando saggezza, comprensione ed equilibrio; è un colore antidepressivo e rappresenta tutte le persone ottimiste e positive. In effetti Carla è così, lei è una persona che con poche parole ti fa ritrovare il coraggio, ti fa sorridere e ti fa pensare in positivo. Oggi è anche il suo compleanno e alla mia "big sister" non potevo non dedicare una torta, ma volevo una torta che la rappresentasse per come io la vedo: arancione! Così per non ricorrere a coloranti ho pensato che questo colore mi ricorda anche i colori caldi dell'autunno ed ecco qui per lei una crostata con mele e mandorle, tipicamente autunnale, tipicamente arancione.
Per fare questa crostata ho usato una frolla senza uova, più leggera quindi, visto che la farcia è composta da una buonissima crema frangipane, ma è anche una frolla che resta più compatta e che quindi sorregge meglio un ripieno umido. Decorazione semplicissima con mandorle e mele che in cottura spiccano sulla crosta dorata della crema.
Iniziamo a preparare il dolce partendo dalla pasta frolla:
250 gr di farina 00
1 mela sbucciata e grattugiata Stark delicious
1 cucchiaio di olio extgravergine di oliva
acqua q.b.

Ho disposto la farina a fontana su una spianatoia, al centro ho messo l'olio e la mela grattugiata, ho impastato con le mani aggiungendo poca acqua alla volta fino a ottenere una pasta lavorabile. Ho fatto quindi un panetto e l'ho messo da parte. Nel frattempo ho preparato la crema frangipane con:

150 gr di farina di mandorle
100 gr di zucchero
90 gr di burro morbido
50 gr di farina 00
2 uova
Ho mescolato in una ciotola il burro con lo zucchero; ho unito quindi poco alla volta, la farina di mandorle e la farina 00 setacciata; per ultime ho unito le 2 uova leggermente battute e ho mescolato fino a ottenere un composto omogeneo.
Ho ripreso il mio panetto di frolla alle mele, l'ho steso in uno stampo da crostata da 24 cm di diametro e sopra ho versato la crema frangipane. Ho decorato con delle mandorle spellate e con una mela tagliata a fettine. Ho messo quindi in forno a 180° per 30 minuti circa, fino a quando la crema frangipane ha assunto una bella colorazione dorata.
E' una crostata ottima da mangiare calda calda, ma da fredda sprigiona tutti i suoi profumi.

Con questa ricetta partecipo al contest "Le mele nel piatto" riservato a blogger di Friuli Venezia Giulia Veneto Trentino Lombardia Carinzia, Slovenia, Contea dell'Istria croata e promosso dalla rivista qbquantobasta FVG in collaborazione con la Pro Loco di Pantianicco nell'ambito della 44° Mostra Regionale delle Mele

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Crumble di mele

Dolcetto semplicissimo da preparare in pochi minuti anche se avete degli ospiti a sorpresa, basta avere pochissimi ingredienti! A me la frutta piace molto, tutta, ma le mele sono sempre presenti nel mio cestello perché sono leggere, gustose e succose e mi piace mangiarle così, mentre controllo la posta o leggo un libro. Di certe poi vado proprio matta ma non vi dico quali altrimenti le altre si offendono. ^_*
Una cosa che proprio mi fa impazzire è mescolare la mela con lo zenzero ... oppure classico con la cannella ... ma anche con il salato, se cercate l'etichetta "mele" troverete degli accoppiamenti particolari, soprattutto cruda in insalata, con ortaggi. Un giorno ho anche tentato di riprodurre la ricetta di un grandissimo chef, la mia prima ricetta di mele, la "Mela ingabbiata" me la sono andata a rivedere ... quanti ricordi ... avevo aperto il blog da poco e ancora le mie ricette erano "rustiche". Vabbè dai che poi mi viene la malinconia ... gustatevi questo crumble di mele va! Il procedimento è semplicissimo e se proprio volete aggiungere un filo di zenzero io non vi fermerò di sicuro! ^_*

Ingredienti
- 2 mele
- 50g di farina integrale
- 50g di olio
- 50g di zucchero di canna integrale
- cannella
- cardamomo

Oliate due formine e spolveratele di zucchero, metteteci dentro le mele tagliate a pezzetti. A parte mescolate la farina con l’olio, lo zucchero e le spezie. Lavorate l’impasto con le mani fino ad avere delle briciole, mettetele sopra la frutta ed infornate, a forno già caldo, per 20 a 180°. Lasciate raffreddare leggermente e poi mangiate, ancora caldo.
Con queste dosi si fanno due porzioni, anche se, da brava golosona, devo dirvi che sono abbondanti … potete metterle in cocottine più piccole e fare 4 porzioni da servire agli ospiti.

Con questa ricetta partecipo al contest "Le mele nel piatto" riservato a blogger di Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino, Lombardia, Carinzia, Slovenia, Contea dell'Istria croata e promosso dalla rivista qbquantobasta in collaborazione con la Pro Loco di Pantianicco. Il mio blog è 
golositavegane.blogspot.it

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Cous cous spezzatino mela e tacchino

Nonna amava i sapori agrodolci. Amava le mele non solo come ingrediente per i dolci, ma in accompagnamento alla carne, come nella più tradizionale cucina mitteleuropea. Il Friuli Venezia Giulia è una regione di confine, un lembo di terra tra Oriente e Occidente, crocevia di storie e popoli ed è bello ritrovare questa sua originalità anche nei piatti che mangiamo.  Adoro mescolare sapori e culture, tradizione e diversità.
E’ questo lo spirito di un piatto che ne unisce tanti, un mix di dolce, salato e speziato che spero incuriosisca anche voi, come ha incuriosito me e gli abitanti della mia casa, che si è riscaldata in una sera d’inizio autunno con il profumo di mela, cannella e chiodi di garofano, attraverso ingredienti di paesi vicini e lontani.

Cous cous agrodolce con spezzatino di mela e tacchino

Per 4 persone
Cous cous precotto come da indicazioni sulla confezione
2 mele
500g di tacchino
1 cipolla rossa
Curry, cannella, chiodi di garofano, scorza di limone (o lime)
uva passa
olio extravergine di oliva, sale e pepe
farina di riso

Tagliate la cipolla finemente e fatela appassire in una padella con due cucchiai di olio extravergine di oliva e una spolverata di curry.
Aggiungete le mele tagliate grossolanamente, 4-5 chiodi di garofano, l’uva passa (fatta rinvenire precedentemente in acqua tiepida) e 2-3 pezzettini di cannella in stecca. Cuocete a fuoco moderato per circa una ventina di minuti, mescolando di tanto in tanto.
Tagliate il tacchino a pezzetti, insaporite con sale, pepe, scorza di limone (io ho utilizzato il lime) e infarinatelo leggermente con la farina di riso.


Saltate i bocconcini di tacchino in padella con poco olio e fuoco vivace.
Uniteli allo spezzatino di mele e condite con questo preparato il cous cous, servendo il tutto ben caldo, affinchè l’aroma speziato stuzzichi i vostri sensi e il vostro appetito.

Eicetta del blog udinelamiacittàenonnaPina

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .
Privacy Policy