Skip to main content

Festa del Terrano e del Prosciutto

A Duttogliano- Dutovlje dall'11 al 13 agosto grande festa del Terrano e del Prosciutto. Cantine aperte e agriturismi visitabili durante i tre giorni di festa, degustazioni culinarie con selezionati produttori.Durante la Festa del Terrano e Prosciutto sono in programma vari eventi collaterali: 
• Mostra dipinti di Marjan Miklavc e mostra dipinti delle Donne contadine della regione di Sežana
• Mostra prodotti in pietra e videoproiezioni delle foto di Alumni Club della Scuola Superiore Professionale di Sežana
• Estate delle cantine aperte
• Il Giardino carsico di Pepa e la sua storia
• La stanza di Boris Pahor

Degustazione: 2 calici di vino e snack: 5,00 EUR, 5 calici di vino e snack: 10,00 EUR
INFO: PRAZNIK TERANA IN PRŠUTA

AVVISO CHIUSURA STRADALE
Dutovlje – Krajna vas – Nova Gorica Domenica, 13.8.2017 dalle 15.00 alle 16.00

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

La Prekmurska gibanica in versione gelato

Al Perla Casinò & Hotel a Nova Gorica sono molto orgogliosi di poter servire il gelato migliore della Slovenia e uno dei migliori in Europa e il 26 luglio hanno festeggiato il loro gelatiere pasticcere Tine Valič. Anche noi di qbquantobasta eravamo presenti. Il primo campionato nazionale nella preparazione del gelato si è svolto nel mese di aprile. La giuria internazionale ha premiato la creazione di Tine Valič con in gusto "Prekmurska gibanica". Una creazione innovativa a base di gelato al latte e con gli ingredienti classici del tradizionale dolce sloveno. Il gelatiere  ha voluto creare qualcosa di nuovo e gustoso. E allo stesso tempo, anche qualcosa che rappresentasse la Slovenia. Il Contest "Gelato World Tour si è svolto sotto il patrocinio del Ministero italiano degli Affari Esteri, il Ministero dello Sviluppo Economico e l'Emilia Romagna, ed è il primo concorso internazionale per il miglior gelato del mondo. Il Campionato Europeo, appena conclusosi a Bologna alla Carpigiani Gelato University, ha visto la partecipazione di 20 maestri della gelateria. Insieme hanno rappresentato otto paesi europei (Belgio, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Polonia, Ungheria, Slovenia, Croazia e Grecia). I colori della Slovenia erano difesi da due candidati, Tine Valič dal Perla Caffé Dolce Vita e Ardit Ejupi dalla pasticceria Pingo da Šentilj. La giuria internazionale, composta da maestri pasticceri, chef, giornalisti e rappresentanti degli organizzatori, ha osservato e giudicato tutte le fasi della preparazione fino alla presentazione finale. La commissione valutava sia la corretta procedura di preparazione tecnica, ma anche il sapore, la struttura e la presentazione del gelato. Il concorso è durato due giorni.

Tine Valič e Marino Furlan hanno conquistatoi  numerosi visitatori con la storia e i gusti del gelato “Prekmurska gibanica”: "Sono felice per questa grande esperienza e opportunità che abbiamo avuto in questo concorso, dove potevamo presentare un pezzo di tradizione culinaria slovena. Molti dei presenti non conoscevano né ben sapevano dove la Slovenia. Per il tradizionale dolce Sloveno, li abbiamo naturalmente invitato a Prekmurje, ma per il miglior gelato in Slovenia, invece devono venire a Nova Gorica”, ha raccontato Tine Valič, che ha insegnato come realizzare il gelato fin più piccoli dettagli a tutti i dipendenti in pasticceria, perche è molto importante servire tutti i nove strati di gelato.


Gelato World Tour si concluderà il prossimo 10 settembre a Rimini. Ai Campionati Mondiali nella preparazione del gelato i colori dell’Europa saranno rappresentati dai i primi tre  classificati del concorso europeo: Grecia, Ungheria e Paesi Bassi.

foto di Barbara Repovs

 

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Il gelato del Perla Casinò &Hotel finalista al Gelato World Tour

La Finale Europea del Gelato World Tour si svolgerà martedì 25 luglio alla Carpigiani Gelato University di Bologna. Tine Valič, mastro pasticcere del Perla Casinò & Hotel, gareggerà a colpi di coni e coppette con altri 19 esperti gelatieri provenienti da tutta Europa: in palio, l’accesso alla finalissima mondiale di Rimini, che tra l’8 e il 10 settembre prossimi decreterà il vincitore assoluto, cioè il gusto di gelato più buono e originale del mondo.
Tine Valič per il uo gelato ha rivisitato la ricetta della Prekmurska Gibanica, tradizionale specialità slovena. La base è un cremoso gelato alla ricotta, arricchito da un sorbetto alla mela verde autoctona con scaglie di pasta frolla, sfoglia croccante, semi di papavero e granella di noci: un piacere anche per la vista, oltre che per il palato!
Il gelato alla Prekmurska Gibanica, che lo scorso aprile si è già aggiudicato il titolo di miglior gelato sloveno, può essere degustato al Caffè Dolce Vita, il lounge bar del Perla Casinò & Hotel, insieme a tante altre irresistibili tentazioni.
“Per creare questo gelato – spiega Tine Valič – mi sono ispirato ai sapori dell’infanzia, rispettando la ricetta tradizionale, sia in termini di materie prime che di modalità di preparazione. Un recupero della tradizione in un' inedita chiave rinfrescante”.  

Il Gelato World Tour è una competizione internazionale che mira a individuare il gusto più originale del mondo, promuovendo la cultura del gelato artigianale. La gara è diretta dalla Carpigiani Gelato University e da Sigep, la più importante fiera nel settore del gelato e del dolciario tradizionale, con il patrocinio del Ministero Italiano degli Affari Esteri, del Ministero Italiano dello Sviluppo Economico e della Regione Emilia Romagna.

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

La Cena dei tre paesi: Italia Austria Slovenia

Italia, Austria, Slovenia: a Kranjska Gora si inaugura la “Cena dei 3 Paesi”. Primo piatto in Italia, secondo in Austria e dolce in Slovenia: si chiama “Cena dei 3 Paesi” ed è l’ultima novità presentata dal Gruppo Hit per l’estate 2017 a Kranjska Gora, celebre località turistica nel cuore delle Alpi Giulie. Un’occasione da non perdere per tutti gli amanti della buona tavola, che potranno così assaggiare nel corso di una sola cena il meglio della tradizione enogastronomica di Friuli, Carinzia e Alta Carniola, approfittando della posizione strategica di Kranjska Gora, al confine tra 3 Stati. La “Cena dei 3 Paesi” è disponibile ogni mercoledì sera per tutta l’estate 2017. Si comincia alle 18:00 al Ramada Hotel & Suites nel centro di Kranjska Gora, dove viene servito un aperitivo prima di salire su un bus riservato alla volta del Ristorante Alte Hütte di Camporosso in Valcanale – frazione di Tarvisio – avamposto friulano delle Caravanche. Qui, in una tipica baita in legno dall’atmosfera rustica e famigliare, si degusta un tris di primi piatti italiani.

Il “Gastro Tour” internazionale prosegue in Austria, a 15 km di distanza dall’Alte Hütte, con una sosta al Wallnerwirt Restaurant di Arnoldstein, tra i locali più rinomati dove assaggiare le specialità della Carinzia: si può scegliere tra una Costata di manzo con cipolle, fagiolini, bacon e patate, e un Filetto di salmerino con patate al burro.

Gran finale in Slovenia, nuovamente al Ramada Hotel & Suites di Kranjska Gora, per assaggiare uno dei simboli dell’Alta Carniola: il tortino alle noci con crema alla vaniglia, rivisitazione della tradizionale Potica slovena.  L’hotel, di proprietà del Gruppo Hit, è rinomato proprio per la sua pasticceria “London” che propone squisiti dolci fatti in casa in un contesto accogliente e tranquillo, con vista mozzafiato sulle montagne circostanti.L’escursione dura circa 4 ore al prezzo di 39 euro a persona (inclusi i trasferimenti in bus) e consente a chi lo desidera di incontrare gli Chef, scoprendo i segreti legati alle ricette e alla preparazione dei piatti: un modo per entrare in contatto con una cultura fatta di antiche tradizioni tramandate da generazioni, che, oltre al tempo, hanno resistito ai confini imposti dalla storia. Il programma si affianca ad un’altra attività di successo a tema enogastronomico proposta dal Gruppo Hit, il “Sentiero Culinario di Kranjska Gora”: una degustazione guidata per le vie del villaggio, che tocca 5 ristoranti tipici per altrettante portate della tradizione. Anche in questo caso la partenza è al Ramada Hotel & Suites, ma l’itinerario si effettua il giovedì.

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

All’UlisseFest di Bergamo è di scena la Slovenia

La Slovenia sarà uno dei partner ufficiali della prima edizione di UlisseFest - Viaggi, incontri e altri mondi. Nel corso del festival, che da venerdì 30 giugno a domenica 2 luglio 2017 animerà la città di Bergamo con dibattiti, testimonianze, spettacoli, musica, film e cibi da tutti i continenti, i visitatori avranno modo di conoscere la destinazione turistica "Slovenia" e il suo patrimonio culturale ed eno-gastronomico grazie ad una serie di attività organizzate dall’Ente Sloveno per il Turismo in Italia. Se siete curiosi di scoprire cosa offre il cosiddetto cuore verde d’Europa, fate un salto al box informazioni turistiche dell’Ente, attivo venerdì dalle 18 alle 21, sabato e domenica dalle 10 alle 21.Lo troverete in piazza Vecchia a Bergamo Alta. La sera si accende con la musica dello Slovenian Party. A partire dalle 18 al Parco Sant’Agostino  Dj set con strepitosi artisti sloveni: venerdì 30 dalle 18 alle 21 vi aspettano i Blubird e il gruppo di ballo High Heels High Hopes, mentre sabato dalle 18 alle 20 ballerete sulle note delle Suchi

Domenica 2 luglio alle 10  presentazione del nuovo libro “Slovenia” di Alessio Franconi, fotografo e scrittore, che vi attende in Piazza Vecchia. Inesauribile fonte di sorprese, la Slovenia riserva ai suoi visitatori emozioni autentiche. Tutte le bellezze d’Europa riunite in questo Paese posto a due passi dall’Italia dove, dalle splendide cime innevate delle Alpi Giulie, si giunge in poco tempo alla costa, attraversando vallate mozzafiato, foreste secolari, vigneti. Senza dimenticare le eleganti cittadine, la verdissima pianura Pannonica, i centri termali, i ristoranti di lusso, i boutique hotel, le numerose attività all'aria aperta, i castelli. La capitale, Lubiana, è stata insignita del titolo di Capitale Verde Europea nel 2016. E per il 2018 il Paese si prepara a vivere il suo Anno della Cultura.

 

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Zelen autoctono della Valle del Vipacco

Matija Vertovec, sacerdote e autore del fondamentale testo del 1844 Vinoreja za Slovence sulla viticoltura slovena descrive lo Zelen come un'uva a bacca bianca di nobile varietà. Un  autoctono che negli anni '80 del secolo scorso era quasi scomparso. Oggi si coltiva in 60 ettari di vigneti nella Valle di Vipacco.  Il nome non deriva dal colore verde del vino, che si presenta invece di colore giallo paglierino tendente al giallo dorato, ma dal caratteristico colore verde chiaro dei pampini.  "Il profumo del vino è davvero speciale, verde nobile" scriveva Vertovec. 

Lo Zelen ha un basso contenuto zucherino e quindi una bassa gradazione alcolica, che non supera 11,5%. Ricorda gli aromi fruttati di buccia d'arancia, mele, pere, con note speziate a base di erbe, che contraddistinguono il suo caratteristico sapore in bocca. Al recente festival organizzato da Zavod Vipavski Križ in collaborazione con Consorzio Zelen e l'agenzia per lo sviluppo ROD Ajdovščina nel Castello di Vipavski Križ erano presenti ben 40 produttori. Chiacchierando con loro ho scoperto che molti produttori aggiungevano lieviti selezionati per dare al vino sentori di banana, mango e frutti tropicali. Ma questi non sono gli aromi primari e caratterizzanti del vino, che deve avere nel bicchiere la stessa nota che ha l'uva quando l'assaggiamo in vigna.

Festival vina Zelen 2017Festival vina Zelen 2017

Nel 2003 quindici produttori privati e la Cantina sociale Agroind Vipava 1894  hanno istituito il Consorzio Zelen, proprio per promuovere e salvaguardare questo vino autoctono; oggi il consorzio conta 21 produttori di Zelèn; la maggior parte dei produttori utilizza il proprio lievito per mantenere il tipico profumo di mela verde, pera, salvia.

Uno di loro è Tomaž Poljšak che rappresenta la Poljšakova Brajda. La cantina si trova a Šmarje, nel cuore della Valle di Vipacco e la famiglia produceva vino già ai tempi dell'Impero austro-ungarico. Nel 1995 hanno cominciato ad ampliare  la fattoria e a seguire una strada autonoma allontanandosi dalla cantina sociale. Tomaž mi ha raccontato che la nonna diceva: "quando gli uomini in cantina travasavano loZelèn, profumava tutta la casa". I vigneti sono a 300 metri di altitudine. Il loro Zelèn ha ottenuto numerosi riconoscimenti. Il vino si presenta di un colore giallo dorato, bene strutturato ed equilibrato. Ottimo da provare e bere durante l'estate per i profumi e la freschezza che solo Zelèn può regalarvi.

Già nel sec. XIII l'attuale Vipavski Križ, letteralmente Croce del Vipacco, (in italiano Santa Croce di Aidussina), è menzionata nei documenti come Villa Crucis. Verso la fine del sec. XV i vescovi di Gorizia vi fecero costruire un castello con quattro torri ed eressero le mura di difesa. Nel 1637, con l'aiuto della famiglia Attems, proprietaria del castello per quasi 300 anni, fu costruito il monastero dei Cappuccini, nel quale sono ancora ospitate una ricca collezione di libri antichi e di quadri barocchi. Uno splendido villaggio posto lungo la valle del fiume Vipacco, chiamato anche "la Carcassonne slovena".

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Brda & Vino a Šmartno valorizza vini & cibo

Nel cuore del Brda, nel villaggio medioevale Šmartno,  il 22 aprile 2017 si è svolta la manifestazione Brda&Vino, giunta alla 5° edizione  Tra le suggestive stradine del borgo vini, cibo e mercatino di prodotti locali come marmellate, olio d'oliva, lavanda, con un ampio programma musicale. qbquantobasta c'era!

.

Una manifestazione decisamente bene organizzata e bene riuscita, che ha saputo valorizzare la scenografia naturale di un luogo speciale come Šmartno.

  Bine Volčič Preberi tudi BINE VOLČIČ INTERVIEW

Rizibizi, Portorose

Valerio Luttman. Preberi tudi Valerio Lutman iz šova do slaščičarne

Ščurek Vina

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

A Isola è in arrivo l'Orange Wine Festival

Sesta edizione di Orange Wine Festival a Isola il 28 aprile 2017 nella sede di Palazzo Manzioli e della piazza adiacente. Vini naturali, vini bianchi macerati a media e lunga macerazione. La nuova tendenza per gli enoappassionati. Il quarto colore del vino. Saranno presenti 60 produttori vitivinicoli provenienti da cinque Paesi, Slovenia, Croazia, Italia, Austria, Georgia, nonché ristoratori e aziende di food che condividono la  medesima passione per la natura e rispettano il biologico. Ormai è noto che la produzione di vino mediante vinaccia a contatto con il mosto nella fase di fermentazione è un metodo antico: leggi anche Vini georgiani a Isola d'Istria. Orario: dalle 14.00 alle 21.00.  Da Trieste è disponibile una navetta gratuita per raggiungere Isola. Leggi anche Vini georgiani a Isola d'Istria. Leggi l'intervista  Skin Contact: intervista agli autori del documentario sugli Orange Wines Laura Michelon e Mike Hopkins


Altre informazioni sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/OrangeWineFestival/?ref=aymt_homepage_panel

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Vini georgiani a Isola d'Istria

foto del 1881 missione scientifica Ernest Chantrefoto del 1881 missione scientifica Ernest Chantre

La produzione vitivinicola rappresenta per la Georgia un mestiere tradizionale di origine antichissima. L'uso di anfore in argilla interrate chiamate "kvevri" o "chiuri", usate dai contadini per la vinificazione e la conservazione del vino, è attualmente una pratica ripresa da numerosi produttori. Alcuni tra essi, anche in Slovenia e nelle regioni adiacenti, si dedicano con pazienza al metodo georgiano. Se ne parlerà venerdì 28 aprile 2017 alle 14:30 nel ristorante dell'Hotel Marina a Isola d'Istria. ILa tradizionale metodologia di produzione mediante l'uso dei kvevri sarà introdotta da S.E. l'Ambasciatore della Georgia presso la Repubblica di Slovenia sig. Zurab Bekaia e raccontata dal produttore vitivinicolo Vladimir Boisa. Parteciperà all'incontro con la propria esperienza personale di applicazione della produzione tradizionale georgiana in Slovenia Jean Michel Morel dell'azienda Kabaj, Brda.  La presentazione con degustazione, organizzata dall'ente Orange Wine Festival e dall'Ambasciata di Georgia presso la Repubblica di Slovenia, si svolgerà in lingua inglese e avrà durata di un'ora circa. Solo su invito.

La foto è del 1881 e si riferisce alla spedizione scientifica di Ernest Chantre

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Festa della ribolla e dell'olio d'oliva a Višnjevik

A Višnjevik, noto anche perchè secondo molti sarebbe il luogo di nascita della Ribolla, nei giorni dal 7 al 9 aprile 2017 è in programma una festa dedicata a questo vino con degustazioni di ben 100 ribolle e visita guidata in 4 cantine. Ma non solo: il luogo è circondato da molti oliveti da cui nasce uno straordinario olio di oliva extravergine. Eventi culinari e camminata sul sentiero degli olivi. La Festa della ribolla e dell'olio d'oliva si caratterizza per un'atmosfera di familiarità e autenticità. Con pluripremiati oli, frittate di verdura, prosciutto con polenta.



  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Festival del vino e dell’olio d’oliva a Šempas

Il 2 e 3 aprile 2017 l’associazione turistica Nova Gorica Tourism, in collaborazione con la Comunità locale di Šempas, organizza l'XI Festival del vino e dell’olio d’oliva di Šempas. Inaugurazione dell'evento domenica 2 aprile, alle 15.00, nei locali della Casa della cultura di Šempas (Nova Gorica).

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .
Privacy Policy