Passeggiare per Trieste a Parigi

monte grisa vincent brunotmonte grisa vincent brunotAlla Maison d'Italie di Parigi, nella Città Universitaria, mostra personale di Vincent Brunot Trieste: un regard français che il disegnatore e acquarellista francese dedica a Trieste. Un delicato acquerello, con in primo piano un pino marittimo, disvela la città da Monte Grisa presentandola sotto una delle sue più belle vesti.
Cielo e mare si confondono all'orizzonte come accade spesso nelle giornate ancora timide di primavera. Un altro acquerello ci riporta tra le ombre dei palazzi di Piazza Unità e dei disegni a matita c'invitano a seguire Umberto Saba nella sua Via San Nicolò e a entrare nella sua Libreria Antiquaria.
Non mancano i dettagli: pipa e bastone sono lì come anche tutti i volumi degli scaffali custoditi da Mario Cerne. Vista la dovizia dei particolari sfido chiunque a vedere se ne manca qualcuno!

Vincent Brunot ha ritratto più volte il capoluogo giuliano con opere esposte nelle gallerie d'arte o nei musei triestini, ma anche pubblicate in svariati libri.
Come riporta il comunicato stampa regna in effetti a Trieste un'atmosfera particolare, che raramente lascia indifferenti. Vincent Brunot coglie questo fascino sottile, quasi d'altri tempi, e lo restituisce nei suoi disegni e nei suoi acquerelli delicati e luminosi.
Diplomatosi nel 1990 alla Scuola Nazionale Superiore delle Arti Decorative di Parigi, Brunot ha lavorato per anni in esclusiva per le Edizioni Gallimard prima d'intraprendere il suo lavoro come illustratore indipendente.
Un'importante collaborazione con le Assicurazioni Generali lo ha portato alla realizzazione di un volume d'eccezione dedicato alle vedute della città realizzate dall'alto dei palazzi della compagnia, un altro volume ha illustrato una stagione lirica del Teatro Verdi e un altro ancora ha immortalato il centenario del tram e le storiche vetture prima degli ultimi importanti lavori di trasformazione.
La sua ultima pubblicazione è un omaggio invece alla sua Parigi nel volume Vues dessinées che ci consente di passeggiare tra luoghi noti e meno noti della capitale colti con uno sguardo sensibile e allo stesso tempo curioso.

La mostra ospitata a Parigi sino al 10 marzo 2015 è  curata da Roberta Malavasi e promossa dalla Società Dante Alighieri di Parigi in collaborazione con l'Associazione Giuliani nel Mondo. Il vin d'honneur vedrà serviti ai partecipanti i vini Zidarich, direttamente dal Carso alla capitale francese.
L'esposizione è visibile, a ingresso gratuito, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12 e i pomeriggi dalle ore 14 alle 17, mentre il sabato e la domenica unicamente il pomeriggio dalle ore 16 alle 19 al 7A di Boulevard Jourdan nel XIV arrondissement.


Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Ricette


TUTTE
LE RICETTE

QbJunior


QB
JUNIOR

LifeStyle

eventi
LIFE
STYLE