La cucina delle minoranze

Nell'ambito di Friuli Doc è svolto venerdì 8 settembre 2017 – spazio ERSA – l'incontro "La cucina delle minoranze".  C’è un legame tra lingua, cucina e territorio? La resistenza e l’innovazione sono fenomeni che hanno caratterizzato sia la lingua che la cucina? La promozione delle tipicità ha un plus se è fatta nelle lingue del luogo? Di questo e di molto altro si è parlato nell'incontro organizzato dall’ARLeF in collaborazione con ERSA. Obiettivo principale dell’evento è stata la presentazione delle tipicità gastronomiche delle tre comunità linguistiche del territorio friulano: dalle Valli del Natisone a Sauris, passando per Timau e la Carnia.

Territori caratterizzati da lingue proprie e da una forte tradizione culinaria. Molto apprezzati i cooking show con assaggi della tipicità friulane sapientemente presentate e reinterpretate da Daniele Cortiula, esperto di cucina carnica manon solo, e da Maria Gilda Primosig, profonda conoscitrice della gastronomia delle Valli del Natisone

.

Un’occasione preziosa per ascoltare la voce di coloro che quotidianamente lavorano con i prodotti del territorio, li reinventano, li recuperano salvandoli dall’omologazione culinaria e regalandoci un’esperienza dal gusto unico.

Salva

Salva

Salva

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Ricette


TUTTE
LE RICETTE

QbJunior


QB
JUNIOR

LifeStyle

eventi
LIFE
STYLE